Gioco d’azzardo, non hai ancora visto nulla

casinoIl Congresso della lotteria mondiale si è concluso questa settimana a Singapore.
Per tre giorni, le società di gioco hanno abbozzato il futuro e presentato le loro novità.

“Vinci nel nuovo mondo”

Questo è stato lo slogan del World Lottery Congres che si è concluso questa settimana a Singapore in un contesto particolarmente vivace. I giochi della lotteria e le scommesse sportive rappresentano il 45% del mercato globale del gioco d’azzardo, con un prodotto lordo di giochi (differenza tra guadagni di giocatori e giocatori) di 180 miliardi di euro su un totale globale di 405 miliardi euro.
Inoltre, le lotterie e le scommesse sportive stanno crescendo nella maggior parte dei paesi del mondo con una crescita prevista del +15% tra il 2015 e il 2018.
Nella città-stato asiatica, circa 80 lotterie nazionali hanno presentato le loro novità per continuare a sedurre i giocatori le cui aspettative sono cambiate significativamente negli ultimi anni.

La rivoluzione mobile
La Française des Jeux (FDJ), la 4a lotteria mondiale e la 2a lotteria europea con 13,7 miliardi di euro di vendite nel 2015 (+5,4%), ha svelato “FDJ Gaming Solutions”, un nuovo marchio di vendite di tecnologia, giochi di nuova generazione e servizi di lotteria.
Questo marchio fa parte di un business plan, #FDJ 2020, con 500 milioni di euro, 25 dei quali sono dedicati all’apertura di nuovi partner, incluse le start-up. In questo contesto, il FDJ lancia nuovi giochi “interattivi e collaborativi”, alcuni dei quali sviluppati esclusivamente sul web, in forte crescita (+10,7%).
Ma è soprattutto sulla lotteria mobile che scommette e scommette anche su cavalli, sport e poker online.
Alla fine del 2011, le azioni di connessioni effettuate su dispositivi mobili hanno rappresentato il 12% delle connessioni su ogni attività (scommesse sportive, Horse Paris e poker).
Dal 2011 al 2015, l’utilizzo di dispositivi mobili si è evoluto in percentuali più alte: il tasso di connessioni effettuate da smartphone e tablet era del 53% a fine 2015.
L’incremento è inoltre importante nel poker, il 46% alla fine del 2015 contro il 36% del totale delle connessioni.
La più grande percentuale di giovani giocatori (18-35) spiega la differenza, ha detto l’Autorità dei giochi online (ARJEL) nella sua relazione annuale.
In cinque anni, il mondo del gioco ha subito profondi cambiamenti: le evoluzioni tecnologiche consentono un’inesauribile diversificazione dell’offerta di gioco: la realtà aumentata applicata al gioco Pokémon Go è l’esempio più recente; e l’accessibilità dell’offerta è ora massima grazie alle applicazioni su smartphone e orologi collegati.
Il nuovo giocatore privilegia così la ricerca di sensazioni sempre nuove con giochi dal ritmo incalzante, sul modello dei videogiochi.
Questa gamification del gioco d’azzardo è anche essenziale per i Casinò terrestri, a Las Vegas, negli Stati Uniti, i Casinò stanno investendo in videogiochi per rendere le loro macchine il più vicino possibile ai giochi su dispositivi mobili.